Verona

800px-Bernardo_Bellotto,_il_Canaletto_-_View_of_Verona_and_the_River_Adige_from_the_Ponte_Nuovo_-_WGA01819Verona, la città più popolosa dopo Venezia nel contesto territoriale, fu, durante tutta la dominazione veneziana, un importantissimo centro politico, economico e culturale, a capo di un vasto e articolato distretto. Il suo patrimonio documentario e archivistico – tra i più studiati dagli specialisti – è, per consistenza e valore intrinseco, tra i più notevoli non solo dell’area veneta, ma anche di tutta Italia. La maggior parte della documentazione di età veneziana è conservata presso l’Archivio di Stato; ma grande è, al contempo, il patrimonio documentario giacente nelle storiche biblioteche veronesi (Biblioteca Capitolare e Biblioteca Civica), così come nell’Archivio Storico Diocesano.

Archivio di Stato

Verona, Via delle Franceschine 4, CAP 37122 (mappa)

Orari di apertura:

  • lunedì, venerdì e sabato: 08.00-14.00
  • martedì, mercoledì e giovedì: 08.00-17.30
  • tel.: 045/594580
  • e-mail: as-vr@beniculturali.it

L’Archivio di Stato di Verona è tra i più importanti Archivi di Stato dell’Italia settentrionale, forte di un imponente patrimonio documentario costituito da numerosi fondi, tra i quali spiccano quelli dell’antico Comune di Verona, dell’Archivio Notarile e dei Rettori Veneti. Avendo esercitato, nel corso dei secoli, un diretto controllo amministrativo, giuridico e fiscale sul territorio, il capoluogo conserva anche numerosi archivi di paesi, comunità e borghi del territorio (Legnago, Valpolicella, etc.). Poche sono le informazioni sul patrimonio documentario reperibili sul sito Internet dell’Archivio di Stato e in merito occorre rifarsi alla Guida Generale.

Biblioteca Civica

Verona, Via Cappello 43, CAP 37121 (mappa)

Orari di apertura:

La Biblioteca Civica di Verona, dotata di un’ottima piattaforma online, oltre a possedere un patrimonio librario di notevole spessore e un’utilissima sala studio dedicata alla storiografia locale (la sezione Veronensia), conserva importanti testimonianze di età veneta, tra cui statuti, carteggi privati e manoscritti in generale.

Archivio Storico Diocesano

Verona, Piazza Duomo 19, CAP 37121 (mappa)

Orari di apertura:

  • lunedì, martedì, mercoledì e venerdì: 10.00-12.00
  • chiuso giovedì e sabato; mese di luglio e festività
  • tel.: 045/597368

Come in tutte le città vescovili di Terraferma, anche a Verona gli episcopi provennero, nella quasi totalità dei casi, da Venezia. Di grande interesse è perciò il patrimonio archivistico dell’Archivio Storico della Diocesi veronese, su cui si possono consultare il sito ufficiale e soprattutto il sito del SIUSA – Archivi storici della Chiesa di Verona, ricco di informazioni sui fondi istituzionali dell’Archivio, che conserva inoltre vari archivi parrocchiali, privati ed ecclesiastici in genere.

Biblioteca Capitolare

Verona, Piazza Duomo 13, CAP 37121 (mappa)

Orari di apertura:

  • lunedì: chiusa
  • martedì-sabato: 09.30-12.30
  • martedì-venerdì: 16.00-18.00
  • tel.: 045 596516
  • e-mail: bibliotecacapitolare@virgilio.it
  • restrizioni: possono accedere alla Biblioteca studenti delle scuole superiori, studenti universitari e ricercatori. Si consiglia di munirsi di una lettera di presentazione stilata da un docente universitario.

I più grandi letterati e studiosi, dal Medioevo ai nostri giorni, sono passati da qui. Celebre per i suoi antichi e preziosi codici tardo-antichi, medievali e umanistici, la Biblioteca Capitolare conserva inoltre vari manoscritti di grande interesse per la storia di Verona in età veneta. Per una prima informazione è possibile consultare il sito internet ufficiale.

Il territorio

La storia del distretto veronese è la storia di un territorio che vide una grande città, Verona, primeggiare su paesi, borghi, comunità di montagna e “quasi città”; ne consegue che la maggior parte della documentazione afferente alle comunità del distretto è attualmente conservata presso l’Archivio di Stato di Verona. Non molti sono dunque gli istituti in grado di offrire un servizio di consultazione del materiale archivistico nell’attuale provincia di Verona. Tra le poche eccezioni si ricorda la Fondazione Fioroni con sede a Legnago (antica roccaforte veneziana), che conserva vari fondi archivistici di epoca veneta, tra cui quello del Comune di Legnago.

Per info e segnalazioni: enrico.valseriati@ceisven.it