In evidenza:

Premio di laurea magistrale "GIUSEPPE DEL TORRE", Università Ca' Foscari di Venezia

BANDO (scade 1 marzo 2013)

Cerca nel sito:

Deputazione ad pias causas

 

La Deputazione ad pias causas venne istituita dal Senato nel 1766 con il nome di Deputazione straordinaria aggiunta al Collegio dei Dieci Savi sopra le decime di Rialto. Essa si occupò di preparare e di attuare tutte le riforme degli anni '60-'80 riguardanti i rapporti tra Venezia e le istituzioni ecclesiastiche, come ad esempio quelle che portarono alla soppressione delle case e alla vendita dei beni degli ordini regolari, alla modifica del sistema dei contributi fiscali cui erano tenuti gli ecclesiastici, alla riorganizzazione della politica scolastica. Dal 1768 venne affiancata nella sua indagine dall'Aggiunto sopra monasteri, ma operò anche a stretto contatto con i Riformatori dello studio di Padova. Fu soprattutto il patrocinio politico di Andrea Tron e di un gruppo di patrizi che con lui condivisero lo sforzo riformatore a rendere possibile l'attuazione dei provvedimenti suggeriti dalla Deputazione. I suoi primi componenti furono Zan Antonio Da Riva, Alvise Vallaresso e Andrea Querini, che la ressero fino al 1774, coadiuvati da tecnici come Antonio Montegnacco e soprattutto Pietro Franceschi.

 

 

BIBLIOGRAFIA

Su questi temi cfr. almeno M. Petrocchi, Il tramonto della Repubblica di Venezia e l'assolutismo illuminato, Venezia 1950; M. Berengo, La società veneta alla fine del Settecento, Firenze 1956; G. Tabacco, Andrea Tron e la crisi dell'aristocrazia senatoria a Venezia, Udine 1957; F. Venturi, Settecento riformatore, II, La chiesa e la repubblica dentro i loro limiti, Torino 1976, p. 139 e segg.; G.F. Torcellan, Una figura della Venezia settecentesca: Andrea Memmo, Venezia, Roma 1963; Filiberto Agostini, Istituzioni ecclesiastiche e potere politico in area veneta (1754-1866), Istituto per le ricerche di storia sociale e religiosa, Venezia, Marsilio, 2002.

 

Scheda a cura di Giuseppe Del Torre, SdV, aprile 2002.


Contenuto dell’archivio della Deputazione ad pias causas (sommario):

1- Decreti 13/12/1764-24/2/1769

2- Decreti 3/3/1770-22/2/1771

3- Decreti 7/3/1772-26/2/1773

4- Decreti 19/3/1774-19/2/1776

5- Decreti 1/3/1777-16/2/1781

6- Decreti 2/3/1782-16/2/1785

7- Decreti 11/3/1786-18/2/1796

8- Scritture 27/9/1765-14/8/1769

9- Scritture 4/9/1769-28/2/1770

10- Scritture 5/3/1771-27/2/1772

11- Scritture 5/3/1773-25/2/1774

12- Scritture 27/3/1775-26/2/1776

13- Scritture 4/3/1777-23/2/1779

14- Scritture 14/3/1780-18/2/1782

15- Scritture 24/3/1783-19/2/1784

16- Scritture 15/3/1785-19/3/1795

17. Affari giacenti, benefizi 30/12/1768—mar. 1786)

18. Affari giacenti: regolari

19. Affari giacenti: soccorsi, ministri catasticatori, monache

20. Affari giacenti: vario argomento 1767-1776

21. Affari giacenti: 1770-1785

22. Affari giacenti: 1777-1786

23. Agostiniani di Lombardia, Venezia e Monteortone

24. Benefizi parrocchiali e semplici

25. Beni laici, beni ecclesiastici, affittanze

26. Bolle, brevi, indulgenze, dispense, ecc. da Roma

27. Brazza, eremi di preti anfibi 1771, 74, 83, 85

28. Brescia, territorio di, beni e rendite ecclesiastiche

29. Capitoli ecclesiastici: Chioggia, Caorle, Treviso, Asolo, Bassano, Ceneda, Oderzo, Belluno, Conegliano, Feltre

30. Capitoli ecclesiastici: Friuli, Padova, Vicenza

31.Capitoli ecclesiastici: Istria, Capodistria, Pola, Pirano, Albona, Cittanova, Dignano, Parenzo, Due Castelli, Rovigno

32. Capitoli ecclesiastici: Sebenico, Arbe, Pago, Curzola, Cherso e Ossero, Zra, Traù, Lesina, Spalato

33. Capitoli ecclesiastici: Terraferma, Istria, Dalmazia.

34. Capitoli ecclesiastici:Verona, Brescia, Cividate Camuno, Adria, Bergamo, Crema

35. Cardinali, auditore di Rota, cancellieri vescovili, chierici, chiese, consultori, revisore, corpi pubblici

36. Carmelitani del veneto e del mantovano, carmelitani scalzi, girolimini, paulotti

37. Ceneda. Processo B.; consegnato all’inquisitorato agli ebrei, con ricevuta 19 genn. 1769

38. Clusone e luoghi pii del territorio

39. Codice-livelli e censi; documenti

40. Codice-livelli e censi; giurisdizione

41. Commissarie

42. Commissarie laiche di Verona, pieve di S. Floriano nel Veronese

43. Conventi soppressi nella terraferma e priorato di Nogara

44. Copie consegnate agli eletti deputati extraord. ad Pias causas

45. Corfù, cataloghi delle chiese, monasteri e benefizi greci di regio iuspatronato

46. Costituti: registro dell’11 giugno 1725 al 26 maggio 1752

47: Decime, testamenti, messe

48. Domenicani della provincia di Venezia e di Capodistria

49. Dottori: pareri su vari argomenti. Orsara e Parenzo (anche 81)

50. Dottori, professori, studi, collegi, scuole, accademie, seminari

51. Eremiti, benefici ecclesiastici

52. Feudi ecclesiastici, beni di chiese e luoghi pii.

53. Frati, monache, monasteri e chiese

54. Frati, monache, monasteri e chiese

55. Giuramenti, denari fuori di Stato, disciplina ecclesiastica, funzioni, delitti

56. Istria, Friuli, beni eccelsiastici – Napoli, ecc. affari ecclesiastici

57. Leggi di principi esteri e norme

58. Minori conventuali di S. Antonio di Venezia

59. Minori osservanti della prov. Veneta e bresciana

60. Minori osservanti del S. Redentore in Dalmazia

61. Minori riformati della prov. Di Brescia, e [cappuccini] di S.Antonio di Venezia

62. Monache di Aquileia – Abbate Casali contro Mons Carrara – ed arcivescovo di Zara contro quella scuola di S. Orsola

63. Monache terziarie e dimesse

64. Monaci olivetano [1476-1770], cassinensi [S. Fortunato di Bassano, S. Lucia di Brenta], teatini e somaschi [1765-1768]

65. Ordini nella Dalmazia e nel Levante, e ricevute 1782 dic arte consegnate al Magistrato sopra monasteri

66. Ospitale di Padova – e corpi di manomorta nella terraferma . luoghi pii della città e suburbi di Bergamo.

67. Ospedale maggiore di Padova – Pii luoghi laici della terraferma dopo il 1764. Fraglie e scuole laiche nei territori di Cividal, Cologna, Chioggia, Salò etc

68. Ospedale di Polverara

69. Ospitali e conventi campestri

70. Reggimenti della terraferma: lettere e deputazione alle vendite

71. Reggimenti della terraferma: lettere e deputazione alle vendite

72. Reggimenti della terraferma: lettere di risposta circa scuole e corpi laici

73. Regolari

74. Serviti della provincia veneta, della marca trevigiana- Terz’ordine di S. Francesco della Provincia veneta.

75. Storia veneta, tesi, materie religiose, libri, stampe ecc.

76. Vangadizza (abbazia). Gesuiti soppressi – Capitali di zecca esteri – suppliche

77. Variorum, 1 e 2

78. Variorum, 3, 4, 5

79. Verona (ascolto di) – ospitali, luoghi pii e prior della casa di Gesù, 26 agosto e 6 settembre 1776

80. Atti vari

81. Dottori- pareri su vari argomenti; Orsara

NB: Questo sommario è stato predisposto a partire dall'inventario 134/bis dell'Archivio di Stato, compilato alla fine del XIX sec. (cfr. Guida generale degli archivi di Stato italiani, IV, Roma, Ministero per i beni culturali ed ambientali. Ufficio centrale per i beni archivistici, 1994, p. 976), e integrato progressivamente dai risultati di uno spoglio sistematico del fondo.